(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) di individuare tra le donne con carcinoma mammario luminale senza coinvolgimento dei linfonodi ascellari (quindi ad uno stadio iniziale della malattia), quelle per le quali il rischio di sviluppare metastasi a distanza minimo a parit delle altre variabili, come il grado di coinvolgimento della risposta immunitaria, valutata come espressione dei geni.
Lo studio - spiega la dottoressa Maria Grazia Daidone, direttore del dipartimento di Oncologia Sperimentale e Medicina Molecolare dellIstituto dei Tumori e coordinatrice del progetto insieme alla dottoressa Vera Cappelletti, ricercatrice biologa dellINT - non si limita a valutare il ruolo prognostico di alcuni microRNA, piccole molecole di RNA che regolano lespressione genica e sono disregolate nei tumori. Cerca anche di stabilire quanto queste molecole contribuiscono a definire il rischio di metastasi anche in presenza delle informazioni gi fornite da et della paziente, dimensione e grado istologico del tumore e presenza di malattia nei linfonodi ascellari, informazioni gi presenti nel foglio della diagnosi.
Daidone precisa: In questo caso si dimostrato che unelevata espressione di miR-30e* conferisce un effetto protettivo sulla comparsa di metastasi: il rischio relativo di metastatizzazione a distanza circa 8 volte inferiore per le pazienti il cui tumore esprime elevati livelli di miR-30e* rispetto a quelle il cui tumore ne esprime bassi livelli o non lo esprime del tutto. Tale risultato ha trovato conferma anche su casistiche indipendenti di pazienti operate in altri Istituti e questo rafforza losservazione iniziale dellIstituto Nazionale dei Tumori. Infine lo studio ha offerto una spiegazione delleffetto protettivo della maggiore espressione di miR 30e*.
Lindividuazione precoce di questi gruppi risulta quindi di importanza fondamentale per una pianificazione terapeutica pi mirata che eviterebbe lesposizione a trattamenti tossici e costosi a pazienti che non ne necessitano. Aiuterebbe a identificare le pazienti con malattia aggressiva prima che questa si manifesti, con la possibilit quindi di contrastarne linsorgenza con terapie specifiche.
Si tratta di un ulteriore passo in avanti per il trattamento dei tumori grazie al lavoro dei nostri ricercatori commenta il presidente dellIstituto dei Tumori, Giuseppe De Leo -. Unottima notizia che vogliamo diffondere proprio nella settimana di Expo dedicata alle donne: una ricerca coordinata proprio da due donne che regala nuova speranza alle pazienti di tutto il mondo.
Leggi altre informazioni
03/07/2015 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


www.buysteroids.in.ua/tabletirovannyie-anabolicheskie-steroidyi/oksandrolon.html

женская виагра инструкция по применению

хостел в центре киева