(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) tra i soggetti pił a rischio vi sono i bambini, le donne in gravidanza, gli anziani e i cardiopatici. Presso il Centro Nazionale di Informazione Tossicologica - Centro Antiveleni di Pavia dell’IRCCS Fondazione Salvatore Maugeri, tra il 2007 e il 2010, sono state erogate annualmente circa 400 consulenze per intossicazioni da CO. I soggetti trattati hanno mediamente 32 anni e nel 20% dei casi si tratta di bambini sotto i 12 anni.
“Il monossido di carbonio - afferma la dr.ssa Valeria Petrolini, tossicologo del Centro Nazionale di Informazione Tossicologica-Centro Antiveleni dell'IRCCS Fondazione Maugeri - si forma dalla combustione incompleta per carenza di ossigeno di composti organici come metano, carbone, legname. Le conseguenze di un’intossicazione da CO dipendono dalla durata di esposizione e dalla concentrazione del gas inalato e possono essere lievi (cefalea, nausea, vomito, stanchezza) o gravi (confusione mentale, perdita di coscienza, sopore, coma, convulsioni, ma anche dolore toracico o cardiopalmo). Concentrazioni elevate o esposizioni molto prolungate - continua la dr.ssa Petrolini - possono essere letali; occorre fare molta attenzione ai sintomi, da non confondere con quelli di altre patologie, come intossicazione alimentare o sindrome influenzale: quando si manifestano disturbi di qualunque tipo in un ambiente dove sono presenti processi di combustione o quando si manifestano sintomi in pił persone nello stesso ambiente, č importante sospettare la presenza di monossido di carbonio, quindi aerare subito l’ambiente e chiamare i soccorsi. La terapia per gli intossicati č l’ossigenoterapia che, in molti casi, deve essere fatta in camera iperbarica”.

Cause
- impianti e apparecchi riscaldanti inadeguati (es. bracieri) e mal funzionanti, vecchi o installati scorrettamente (caldaie murali e scaldaacqua a fiamma libera, stufe e caminetti);
- processi di combustione in ambiente povero di ossigeno

Cosa fare e non fare
- provvedere a una manutenzione regolare dell’impianto termico da parte di personale qualificato; controllare periodicamente i requisiti di sicurezza dei dispositivi, non modificarli autonomamente verificare la pervietą e il tiraggio dei camini;
- non otturare le prese d’aria e garantire un adeguato apporto di ossigeno nei locali;
- non utilizzare bracieri e barbecue e generatori di corrente in ambienti chiusi

In caso di sospetta intossicazione
- allontanare l’eventuale intossicato all’ambiente contaminato e, se incosciente, posizionarlo sul fianco;
- aerare i locali;
- chiamare il 118.
Leggi altre informazioni
18/01/2012


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicitą su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


family guy porn game

https://ukrterminal.kiev.ua/ru/services/morskie-konteynernye-perevozki/

Š±Ń‹ŃŃ‚Ń€Š¾Šµ сŠµŠ¼ŃŠøŠ·Š²ŠµŃ€Š¶ŠµŠ½ŠøŠµ Š»ŠµŃ‡ŠµŠ½ŠøŠµ